venerdì 13 marzo 2020

#

Il coronavirus a Cesena

L'emergenza sanitaria del Covid-19 è nata in Cina ma presto ha colpito tutto il mondo e tra le nazioni più toccate c'è l'Italia. Dal 9 marzo 2020, il governo ha approvato in Emilia-Romagna (e poi dal 12 in tutta la Nazione) misure restrittive per le libertà dei cittadini al fine di isolare più possibile il virus ed evitare che si propaghi a macchia d'olio. I casi nei quali le persone possono uscire di casa sono i seguenti: lavoro, motivi di salute, esigenze comprovate di necessità (come procurarsi cibo, medicine, carburanti), rientro alla propria abitazione. In queste fotografie, visti i miei limiti nello spostamento, ho documentato il mio quartiere in situazioni quotidiane durante i giorni più bui dal Dopoguerra a oggi.

Giorno 1 - Pulizie mattutine
Giorno 1 - Smart working
Giorno 2 - Indecisione
Giorno 2 - Mantenere le distanze
Giorno 3 - Buonanotte
Giorno 4 - Panettiere
Giorno 5 - Frutta e verdura
Giorno 5 - Crollo dei prezzi
Giorno 5 - Bevande: beni di prima necessità
Giorno 6 - Tutti in fila
Giorno 6 - Passeggiata amorosa a distanza di sicurezza
Giorno 6 - Aperto tutti i giorni (o quasi)
Giorno 7 - Chiesa
Giorno 8 - Panni puliti
Giorno 9 - Pronto soccorso
 Giorno 10 - Farmacia
 Giorno 10 - Edicola
Giorno 11 - Balcone
Giorno 12 - Medicine
 Giorno 12 - Bancomat
 Giorno 15 - Niente traffico
Giorno 15 - Rifornimenti
Giorno 17 - Consegna a domicilio
Giorno 19 - Pulizie
Giorno 22 - In attesa
 Giorno 24 - Mc drive
 Giorno 24 - Attraversamento pedonale
 Giorno 25 - Soccorsi
Giorno 26 - Stanchezza
 Giorno 26 - Monopattino
 Giorno 26 - Alla cassa
Giorno 27 - Olio
 Giorno 28 - Cane a passeggio
 Giorno 29 - Fruttivendolo
Giorno 30 - Edicolante
Giorno 31 - Gommista